Fausto Capalbo, classe 1976, nasce a Milano dove trascorre l'infanzia e dove spesso ritorna per lavoro.

Frequenta la facoltà di Sociologia alla Sapienza di Roma, ma spinto dalla passione per la fotografia e per il ritratto, lascia l’università ed entra in contatto con alcuni tra i più importanti studi fotografici romani, collaborando con diversi artisti e con diverse agenzie pubblicitarie.

Sono gli anni della lunga formazione professionale che lo vedono assistente su importanti produzioni internazionali: campagne pubblicitarie istituzionali, corporate aziendale e campagne per la moda.
Come molti della sua generazione ha il privilegio di godere attivamente il passaggio dalla fotografia tradizionale - anche di grande formato - a quella digitale. Inizia scattando in medio formato, si dedica poi al banco ottico per un lungo periodo. Oggi produce e post-produce solo numerico digitale.
In contatto con le agenzie pubblicitarie e le case di produzione romane e milanesi e con editori di rilievo con i quali collabora ancora, assiste e prende parte alla nascita e alla produzione di diverse pubblicazioni. Assistente di alcuni importanti fotografi internazionali, tra il 1998 e il 1999 lavora negli Stati Uniti, in America Latina e in altri paesi.

Nel 2000 tornato in Italia si occupa dell’allestimento fotografico per alcune mostre commissionate dal Comune di Roma. Tra queste, le prime edizioni del Festival Internazionale di Roma “FotoGrafia”, nato nel 2001, al quale assiste da molto vicino, come addetto ai lavori.

La formazione e l’addestramento motivato di questi anni caratterizzeranno il sapere acquisito, delineandosi in diversi campi di applicazione, irrobustendo il profilo del nuovo “professionista dell’immagine” in grado di far convivere creativamente le competenze del fotografo e quelle dell’informatico, in grado quindi, di rispondere alle esigenze più complesse del mondo della informazione e della comunicazione visiva.

Dal 2006 è iscritto all’Albo nazionale dei Giornalisti, nell’elenco pubblicisti.

Nel 2007 ha prodotto, in tournee in tutta Italia, un reportage commerciale per il lancio della Renault Megan Grantour.

Ad oggi ha ritratto per alcuni magazine nazionali, più di una dozzina fra i più importanti amministratori delegati italiani.

Nel 2010 idea e avvia Spaziocentodieci, studio fotografico, luogo polifunzionale e ben attrezzato, service di noleggio e produzione, un ambiente dove incontrarsi con altri professionisti della comunicazione.
Lo studio di Roma si trova in zona Stazione Tiburtina, è specializzato in ritrattistica, immagini e progetti fotografici editoriali per cataloghi e piattaforme web ed e-commerce, still-life; lavora per agenzie pubblicitarie e di marketing, reportage industriale per piccole e medie imprese, catene di grande distribuzione e clienti privati.

Lo studio inoltre organizza workshop, è a disposizione a noleggio e da consulenze a 360 gradi, fornisce servizi fotografici integrati rivolti alle esigenze di altri fotografi professionisti, fotoamatori e studenti di fotografia.